REPORTAGE GARE PODISTICHE :

"XXI TROFEO LIDENSE"

di D'ALESSIO ALEXIO

17651_fb_img_1516169072815.jpg

Ennesima edizione di successo, per questa manifestazione che rappresenta il primo “lungo” di preparazione, per la mezza piu’ partecipata d’Italia: la Roma-Ostia, ed inoltre rappresenta la prima tappa, delle sedici, previste del “cortocircuito run”, un circuito di gare, creato da pochi anni, ma che sta riscuotendo sempre piu’successo.
Le previsioni non erano delle migliori, ma fortunatamente il tempo migliorerà per tutta la domenica ed il freddo si attenuerà con il passare delle ore.
Novità di questa edizione, una modifica al percorso, per i vari incendi dell’estate scorsa, nella Pineta di Castel Fusano.
Il ritrovo e’ in prossimità del famoso pontile, e partenza ed arrivo sono collocati nella pedonale, Piazza Anco Marzio.
Arrivo sul posto della manifestazione circa ad un’ora dalla partenza, e ci sono 4°, ed il tempo e’nuvoloso; a questa gara ho già partecipato nel 2014, 2015 e nel 2017, e l’obiettivo quest’anno e’ migliorare il 4e31 di media dello scorso anno, anche se negli ultimi 2 giorni sono stato colpito da un virus intestinale che mi ha un po’debellato.
Dopo qualche minuto di riscaldamento con un compagno di team, ci “ingrigliamo” ad un quarto d’ora dalla partenza, e partiamo già con parecchia gente davanti.
Alle dieci, puntualmente avviene lo start, e visto i quasi 1500 partenti, la prima curva a sinistra, che dà sul lungomare verso Torvajanica, e’difficoltosa, cosi’come il 1°km in cui per trovare meno traffico, sono costretto a correre sul marciapiede.
Nonostante cio’ il 1°km lo faccio a 4e29, e poi dopo circa 2,5km, di lungomare, ci introduciamo nella pineta di Castelfusano, di cui calpestiamo , circa 3,5km di asfalto, e poi poco piu’di 2 di sterrato e strada bianca.
Al 5°km la mia media e’ di 4e25, e non voglio esagerare per averne alla fine
Intorno al 6° km, ci immettiamo nel tratto piu’ tortuoso della pineta, dato che e’ sterrato, con erba ed anche fango, e prima di immetterci in questo tratto, e’ presente il primo ristoro intermedio, di sola acqua.
Alla fine del tratto sterrato, ci immettiamo nella parallela della Colombo, costituito da un tratto di circa 1,5km, prevalentemente in leggera discesa, fino a dopo il cartello del 10°km, in cui girando a destra, si rientra in pineta imbattendoci nel secondo ristoro.
Questo tratto in pineta e’ costituito da un vialone asfaltato, in leggera discesa, fino a fare una curva di 180°, che ci fa percorrere i primi 3,5km, in senso opposto.
Qui cerco di non strafare, per arrivare non stremato alla fine, anche perche’intanto e’uscito il sole e la temperatura si e’innalzata di qualche grado, trasformandosi in una splendida giornata quasi primaverile: cosi’facendo, in questo tratto riesco a superare una decina di runners, anche grazie ad una leggera accelerata nell’ultimo km.
Concludo la mia”fatica”in un’ora 4 minuti ed 1 secondo, per i 15 km, scarsi di percorso, migliorandomi di tre minuti e mezzo, rispetto al mio best, in questa gara.
I vincitori, sui 1440 finisher, risultano essere ,LOLLO Antonino(ATLETICA BERGAMOR), con il tempo di 47 minuti e 58 secondi, e CASASANTA Laura (CAT SPORT ), che si classifica 51esima assoluta, con il tempo di 56 minuti e 8 secondi.
E’sempre una gran bella manifestazione, organizzata discretamente, con il nuovo percorso piu’veloce, dato che e’costituito da poche curve;un punto di ritrovo piu’comodo e migliore, rispetto al passato; paccogara particolare, costituito da cuffiette bluetooth. Da migliorare i ristori intermedi, con sali e magari the’, e quello finale (vabbene il sacchetto ma sarebbe stato gradito frutta e the’caldo).